You are here
Home > Pagina > Caciocavallo Silano DOP

Caciocavallo Silano DOP

,

caciocavallo silano DOP

 

Il caciocavallo silano DOP è un formaggio semiduro a pasta filata ottenuto da latte vaccino di differenti razze, tra queste quella podolica , allevata nelle aree interne dell’Appennino meridionale.

Questo formaggio di origini antiche risalirebbe all’antica Grecia, dalla quale fu importato. L’origine del nome, ancora dubbia, sembra essere stata attribuita alla caratteristica stagionatura, ottenuta appendendo il prodotto in coppia a cavallo di pertiche. Il termine silano deriva dalla vasta area dell’Altopiano della Sila, territorio adatto al pascolo e da sempre zona di produzione casearia.

Nel 1996 questo prodotto tipico calabrese ottiene la Denominazione di Origine Protetta DOP , rappresentando uno dei fiori all’occhiello della produzione casearia dell’intero meridione. Si tratta infatti di un prodotto tipico a carattere interregionale che dalla Calabria abbraccia alcune province di Campania, Puglia, Basilicata e Molise.

Il disciplinare di produzione del Caciocavallo Silano DOP prevede una serie di restrizioni a protezione del marchio stesso, tra queste l’utilizzo di latte fresco intero prodotto da pascoli semibradi in cui la razza podolica è l’emblema principale. La materia prima così ottenuta conferisce al formaggio caratteristiche organolettiche esclusive.

Caciocavallo Silano DOP: tecnica di produzione

Il latte prodotto da 4 munte consecutive (dai 2 giorni precedenti la caseificazione), tenuto crudo o portato a 58°C per 30 secondi, coagula a 36-38°C con l’aggiunta di caglio di vitello o capretto. Da qui i grumi presenti nella cagliata prodotta vengono ridotti in frammenti più piccoli e si passa alla fase di maturazione (processo di fermentazione lattica) dalle 4 alle 10 ore. La stessa maturazione può dirsi completata quando la cagliata se immersa in acqua calda presenta caratteristiche di elasticità e resistenza che consentano ai “casari” di modellarla, e creare con le abilità di un tempo la classica forma del Caciocavallo Silano DOP. Le forme ottenute vengono immerse prima in acqua fredda e poi in salamoia per almeno 6 ore.

Terminata questa fase finale di produzione i prodotti vengono appesi in coppia a cavallo di ertiche e lasciati stagionare per almeno 30 giorni. Il marchio a fuoco completa l’opera.

Caratteristiche e usi in cucina

Tra le caratteristiche peculiari di questo prodotto tipico spiccano la forma sferica ovale o troncoconica, la crosta sottile e liscia, la pasta omogenea e il suo sapore tendenzialmente dolce ma variabile in base al livello di stagionatura.

Numerose le proprietà nutrizionali del Caciocavallo Silano DOP, tra queste gli elevati livelli di Calcio e Fosforo, il suo buon contenuto proteico e l’abbondanza di Vitamina A ed E.

In cucina viene consumato sia crudo che cotto. Nel secondo caso, viene generalmente servito alla piastra ma anche utilizzato per la preparazione di differenti piatti tipici come la pasta al forno o le lasagne.

(Ph:@undiamanteinbarca)

Caciocavallo Silano: usi e abbinamenti per esaltarne il gusto

caciocavallo silano DOP

Top