You are here
Home > Pagina > Musulupu: il formaggio di Pasqua

Musulupu: il formaggio di Pasqua

,

musulupu

Il Musulupu è un formaggio da tavola che di origine greco-albanese. Viene prodotto nella provincia di Reggio Calabria nella zona dell’Aspromonte.
Il termine Musulupu nella lingua greco-albanese significa “boccone di lupo”.
Tipico del periodo Pasquale, ciò che lo rende unico e particolare è la musulupara ovvero lo stampo nero di legno in gelso o pero selvatico con cui viene realizzato il formaggio. Tale stampo è intarsiato all’interno con simboli iconografici sacri appartenenti al rito ortodosso come la croce o alcune volte da profili di Dea madre donne in miniatura a rappresentanza della Dea madre.
Il formaggio è riconosciuto come P.A.T. dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

Musulupu: produzione, caratteristiche e usi in cucina

Il Musulupu viene prodotto ancora oggi con strumenti artigianali e viene realizzato nel periodo di Pasqua. In passato infatti proprio per la festività veniva dato in dono dai pastori ai padroni.
Il formaggio viene lavorato a mano e si presenta con una forma semisferica, una crosta intarsiata e dal colore bianco. Il suo sapore è dolce simile al latte appena munto.
Il Musulupu non prevede nessuna salatura, è un formaggio fresco che va consumato in pochissimi giorni.
In cucina viene utilizzato per realizzare la frittata di Pasqua.

Top