You are here
Home > Pagina > Liquirizia di Calabria DOP

Liquirizia di Calabria DOP

liquirizia di calabria

La liquirizia di Calabria è un prodotto DOP prodotta principalmente nei comuni di Rossano e Corigliano.
L’80% della produzione nazionale si concentra proprio nella regione.
La liquirizia (Glyerrhiza glabra L. ) fa parte della famiglia delle leguminose ed è proprio in Calabria grazie al clima favorevole e alla natura del suolo che la pianta trova il suo habitat. Esistono differenti varietà, ma la più diffusa e apprezzata è la Glabra o Cordara.

Produzione, caratteristiche e usi in cucina della liquirizia di Calabria

A differenza delle altre liquirizie che risultano particolarmente amare, quella calabrese possiede il giusto equilibrio del gusto dolce-amaro, caratteristica che l’ha resa famosa in tutto il mondo e ha spinto lo sviluppo nella regione dell’industria della liquirizia.
È agli albori dell’industrializzazione e precisamente nel 1715 che risale la prima fabbrica nata per volere del Duca di Corigliano. Sempre in quegli anni e nel corso dell’800 l’industria della liquirizia continua a svilupparsi e iniziano così a nascere  differenti aziende presenti ancora oggi nel mercato italiano ed estero come Amarelli.
La liquirizia si presenta come una pasta densa nera, lucida e dal profumo intenso. La forma varia dai cilindri ai bastoncini sia tondi che schiacciati.
Per produrre i bastoncini vengono utilizzate le radici selezionate accuratamente. Vengono prima lavate con acqua per rimuovere i possibili residui di terra e successivamente vengono fatte essiccare.
Per tutte le altre produzioni, la liquirizia o meglio i suoi rami vengono prima sminuzzati all’interno di un macchinario da cui si ottiene una pasta. Successivamente la pasta viene fatta bollire e viene estratto il succo fino ad ottenere un estratto denso. Successivamente si procede con la lucidatura che avviene tramite getti di vapore. Infine ultimo passaggio, la liquirizia viene tagliata nelle forme desiderate e confezionata all’interno delle scatole.
La liquirizia possiede differenti proprietà: secondo uno studio condotto dall’Università di Reggio Calabria, la liquirizia di Calabria possiede valori nutrizionali e un contenuto di glicirrizina più basso rispetto a tutte le altre liquirizie. La glicirrizina (acido glicirrizico) è la sostanza che caratterizza la liquirizia, le da in parte il sapore dolce e le conferisce un’azione antinfiammatoria e antivirale per cui è famosa. In campo farmacologico il prodotto viene utilizzato come gastroprotettore nell’ulcera peptidica.
La presenza di vitamine B rendono la liquirizia un buon tonico naturale dal valore energetico (il suo valore nutrizionale è di 20 kcal per 100 gr) .
Viene utilizzata anche come dolcificante ma un sovra dosaggio potrebbe causare problemi di ipertensione (è infatti sconsigliata a chi ne soffre).
In gastronomia viene utilizzata non solo nel settore dolciario ma anche per la preparazione di liquori e piatti salati.

(Ph: @liquirizia_segi)

Top